MENU X
Codice Etico

CODICE ETICO

1 ) Premesse 

POLITICA 

2 ) Obiettivi generali 

3 ) Struttura del Codice Etico e Ambito di Applicazione 

4 ) I Principi Etici Generali 

Legalità 

Correttezza 

Trasparenza 

Riservatezza 

Rispetto della dignità della persona 

5 ) Principi Etici nell’ambito della Corporate Governance 

Organi Sociali 

Relazioni con la Proprietà della Società 

Trasparenza della contabilità aziendale 

Controllo Interno 

6 ) I Principi Etici nelle relazioni con il personale 

Selezione e Reclutamento del personale 

Formalizzazione del rapporto di lavoro 

Gestione e valutazione del personale 

Sicurezza e salvaguardia della salute e delle condizioni di lavoro, protezione ambientale 

Crescita professionale 

Categorie deboli 

7 ) I Principi Etici nei confronti di terzi 

Criteri di condotta nei confronti dei clienti finali 

Criteri di condotta nei confronti dei fornitori 

Criteri di condotta nei confronti della Pubblica Amministrazione, delle Aziende Ospedaliere, delle Istituzioni e degli altri Enti Pubblici 

8 ) Il rispetto dei principi etici e il Sistema Sanzionatorio e Disciplinare 

Organi Sociali e componenti dell’Organismo di vigilanza 

Personale Dipendente 

Terzi Soggetti 

 

1 ) PREMESSE

La Società nell’ambito delle sue attività e nella conduzione dei suoi affari assume, come principi ispiratori, il rispetto della legge e delle normative nazionali ed internazionali, qualora queste impongano precisi comportamenti rilevanti sul territorio nazionale o nel caso si configuri un’attività in paese estero, nonché il rispetto delle norme interne, in un complessivo quadro di legalità, correttezza, trasparenza, riservatezza, rispetto della dignità della persona ed attenzione al servizio sociale svolto.

La Società gestisce esercizi farmaceutici quali presidi socio-sanitari al servizio dei cittadini e costituisce quindi un centro preposto all’assistenza sanitaria di base con riferimento alle prestazioni farmaceutiche.

Il presente documento include i contenuti di politica della qualità del Servizio, della sicurezza sui luoghi di lavoro e della protezione dell’ambiente e della Carta dei Servizi della Società.

La Società, inoltre, si propone di conciliare la ricerca della competitività sul proprio mercato di riferimento con il rispetto della deontologia professionale, delle finalità di interesse sociale presenti in ordine all’attività svolta, delle normative sulla concorrenza e di promuovere, in un’ottica di responsabilità sociale e di tutela ambientale, il corretto e responsabile utilizzo delle risorse.

Gli obiettivi di crescita della quota di mercato, nonché di rafforzamento della capacità di creare valore sono perseguiti assicurando alle strutture e ai processi adeguati standard di sicurezza decisionale ed operativa propedeutici allo sviluppo degli affari, all’efficienza dei meccanismi di selezione e gestione degli stessi, alla qualità dei sistemi di gestione e misurazione dei rischi, alla deontologia professionale.

I principi etici che saranno enunciati nel presente Codice Etico sono rilevanti ai fini della prevenzione dei reati ex D. Lgs. 231/2001 e costituiscono un elemento essenziale del sistema di controllo preventivo.

Essi risultano coerenti con i necessari requisiti deontologici riferiti all’attività di farmacia, riconosciuti dai relativi ordini professionali.

 

POLITICA

La Società si impegna nello sviluppo e nella messa in atto di propri sistemi gestionali finalizzati a garantire qualità e professionalità del servizio, assicurazione della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro e protezione ambientale, attraverso il miglioramento continuo delle prestazioni e dell’affidabilità dei processi aziendali nel quadro del più costante rispetto della legislazione in materia.

Le farmacie gestite dalla Società assicurano in via principale ai cittadini i seguenti servizi e prestazioni:

  •  dispensazione dei farmaci approvvigionati e conservati e quanto previsto nella specifica tabella merceologica;
  •  assistenza integrativa e consulenza sull’uso dei medicinali e sulla loro scelta;
  •  servizi di base, quali misurazione della pressione, controllo del peso corporeo, autotest diagnostici di prima istanza, e preparazione estemporanea di medicamenti;
  •  educazione sanitaria e iniziative di prevenzione sulla salute;
  •  informazione sull’accesso ai servizi ed alla “specialistica” delle Aziende ospedaliere e servizi di prenotazione “CUP”.

Tali prestazioni sono comunque erogate nel rispetto dei principi di uguaglianza, imparzialità, continuità, partecipazione, efficienza ed efficacia.

Nel quadro generale di legalità, in particolare per la salvaguardia della salute e sicurezza sul lavoro e la protezione ambientale, il Consiglio di Amministrazione, in seguito anche denominato come Direzione, è impegnato in prima persona nel proprio coinvolgimento ed in quello di tutta l’organizzazione aziendale, ad ogni livello della struttura, per il raggiungimento degli obiettivi fissati.

In particolare è anche costante l’impegno della Direzione ad assicurare il rispetto delle prescrizioni legali, regolamentari e di ogni altro requisito cogente.

I sistemi gestionali messi in atto, sono parti integranti e fondamentali della complessiva gestione aziendale, del sistema di controllo interno e del modello organizzativo ex d.lgs.231/2001.

La Direzione è impegnata nel coinvolgimento più ampio e per la consultazione continua di tutte le risorse in ordine alla migliore implementazione delle misure di gestione.

In particolare si propone di:

 

NEI CONFRONTI DEL CLIENTE 

  • focalizzare l’attenzione sulle esigenze esplicite ed implicite dei Clienti e sulla loro soddisfazione;
  • definire in modo chiaro e completo i servizi offerti ai Clienti;
  • rispondere con sollecitudine ai reclami dei Clienti;
  • assicurare ogni presidio atto a salvaguardare l’integrità fisica dei clienti con i quali si verificano interferenze operative, nel quadro delle misure di sicurezza adottate presso le sedi operative interessate;
  • assicurare la massima flessibilità e continuità operativa dei servizi richiesti;
  • costituire un punto di riferimento qualitativo e tecnico nel settore farmaceutico, aumentando quindi le prestazioni ed espandendo la presenza della Società sul mercato;
  • assicurare il rispetto dei requisiti di tipo professionale riferiti all’attività di commercializzazione dei farmaci;
  • vigilare che ogni addetto operi correttamente in ordine alla prestazione dei servizi accessori riconosciuti nel proprio ambito professionale;
  • garantire per particolari categorie di Clienti servizi di consegna a domicilio dei farmaci;
  • collaborare con le locali aziende sanitarie locali nella realizzazione dei programmi di farmacovigilanza. 

E’ posta particolare attenzione alla realizzazione dei seguenti standard di servizio:

  • dispensazione dei farmaci esclusivamente tramite farmacista;
  • armaci mancanti reperiti nel più breve tempo possibile, comunque entro le 24 ore feriali purché reperibili nel normale ciclo distributivo;
  • nel caso di farmaci, consulenza per i medicinali più efficaci e più economici, laddove non ci sia indicazione di “non sostituibilità” nella prescrizione medica;
  • locali di esercizio commerciale muniti delle strutture minime quali sedie, cestini, segnaletica idonea, areazione ed illuminazione;
  • assenza di barriere architettoniche;
  • turni di servizio in grado di assicurare adeguate coperture di servizio;
  • collaborazione con i medici prescrittori per evitare disagi o danni ai cittadini;
  • personale dotato di cartellini di riconoscimento compatibili con le prescrizioni di riservatezza ed improntato ad atteggiamenti di cortesia, disponibilità e rispetto;
  • accesso al servizio farmaceutico da parte del cliente assicurando il rispetto delle prescrizioni di riservatezza.

 

 ➢ NEI CONFRONTI DEL PERSONALE  

  • garantire e mantenere un elevato livello professionale delle risorse; pianificare e realizzare la formazione/addestramento del personale in rapporto ai fabbisogni dell’organizzazione ed alle esigenze di comprensione da parte di ognuno delle più corrette e sicure modalità di prestazione del lavoro e del servizio rivolto al mercato;
  • garantire un adeguato e conforme inserimento nell’organizzazione aziendale dei collaboratori temporanei, quali tirocinanti, stagisti, etc., la condotta dei quali deve uniformarsi ai principi del presente Codice;
  • assicurare una efficace valutazione del personale prevedendo riunioni periodiche infrannuali con i responsabili;
  • assicurare ogni presidio atto all’ottimale rispetto delle normative di salute e sicurezza sul lavoro, cui ogni risorsa è tenuta, per i quali realizzare i più opportuni e necessari interventi atti agli adeguamenti dell’ambiente di lavoro, delle attrezzature disponibili e di ogni sistema di protezione individuale;
  • assicurare che ogni risorsa dell’organizzazione abbia compreso la propria responsabilità in ordine alla corretta applicazione delle prescrizioni del SSN.

 

 ➢ NEI CONFRONTI DEI FORNITORI 

  • servirsi di fornitori qualificati che assicurino un elevato livello qualitativo dei prodotti/servizi forniti ed un livello di adeguatezza dei prodotti e dei servizi acquistati conforme alle normative di loro impiego e fruizione in sicurezza da parte degli utenti.

 

 ➢ NEI CONFRONTI DELL’ORGANIZZAZIONE INTERNA 

  • gestire i processi aziendali secondo procedure chiare e condivise con il personale;
  • garantire al personale la disponibilità di attrezzature idonee allo svolgimento dei compiti attribuiti in qualità, sicurezza e adeguatezza tecnica;
  • garantire la sicurezza negli ambienti di lavoro, tramite controllati e conformi accordi di fornitura esterna.

 

 ➢ NEI CONFRONTI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI 

  • collaborare alle iniziative di monitoraggio degli effetti della farmacoterapia e dei consumi di farmaci e di farmacovigilanza;
  • collaborare nella effettuazione degli screening di massa;
  • collaborare nella diffusione degli orari di accesso e di altre informazioni messe a disposizione dalle aziende sanitarie locali per la corretta fruizione dei loro servizi;
  • prestare collaborazione territoriale e logistica per la prenotazione dei servizi sanitari resi dalle aziende sanitarie locali;
  • allineare i propri servizi di autoanalisi con attrezzature e modalità idonee nel rispetto dei protocolli previsti.

 

 ➢ NEI CONFRONTI DELL’AMBIENTE 

  • assicurare il pieno impegno dell’organizzazione a prevenire ogni forma di inquinamento;
  • assicurare il pieno rispetto verso i requisiti di smaltimento dei prodotti scaduti;
  • garantire l’impegno dell’organizzazione per migliorare le prestazioni ambientali dei processi interni;
  • individuare e presidiare costantemente ogni impatto ambientale derivante dalle proprie attività svolte.

 

La Direzione è particolarmente impegnata a riesaminare periodicamente, almeno una volta all’anno, l’efficacia e l’efficienza dei propri sistemi di gestione, nonché la loro attitudine al raggiungimento degli obiettivi fissati, sottoponendo gli stessi sistemi alla periodica valutazione, anche esterna.

Altresì la Direzione è impegnata a mantenere l’efficacia e l’efficienza di ogni misura di controllo e gestione dei rischi per la sicurezza sul lavoro e degli impatti ambientali.

La presente politica è evidentemente integrata pienamente nei principi cui il presente Codice si richiama e si ispira in ogni ambito della attività societaria.

 

2 ) OBIETTIVI GENERALI

 

Il presente Codice Etico è stato elaborato per assicurare che i valori etici della Società siano chiaramente definiti e costituiscano l’elemento base della cultura aziendale, nonché lo standard di comportamento di tutti i collaboratori nella conduzione delle attività e degli affari aziendali.

 

3 ) STRUTTURA DEL CODICE ETICO E AMBITO DI APPLICAZIONE

 

Il Codice Etico (di seguito il “Codice”) si compone delle seguenti parti:

  • i Principi Etici generali;
  • i Principi Etici nell’ambito della Corporate Governance;
  • i Principi Etici nelle relazioni con il Personale ed i Collaboratori esterni;
  • i Principi Etici nei confronti di terzi;
  • i Principi Etici nello specifico ambito professionale;
  • il rispetto dei principi Etici e il sistema sanzionatorio e disciplinare.

 

Il presente Codice contiene l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità per la Società nei confronti dei “portatori d’interesse” (dipendenti, collaboratori, fornitori, clienti, Pubblica Amministrazione, Aziende Sanitarie Locali, altri Enti pubblici, Azionisti).

 

All’osservanza del Codice sono tenuti:

  • i rappresentanti degli organi sociali e i dirigenti, i quali devono conformare tutte le decisioni e le azioni al rispetto del Codice, diffonderne la conoscenza e favorirne la condivisione da parte di dipendenti e terzi soggetti che operano per conto della Società; i dirigenti devono inoltre costituire, attraverso il proprio comportamento, un modello di riferimento per il Personale;
  • i dipendenti ed i collaboratori, i quali sono tenuti ad agire nel rispetto del Codice e a segnalare all’Organismo di Vigilanza eventuali infrazioni.

 

Sono considerati soggetti tenuti all’osservanza del Codice, inoltre:

 

  • i fornitori, sia di prodotti che di servizi od attrezzature, affinché sia assicurato nel rapporto commerciale un comportamento coerente con i principi ed una conformità delle forniture ai requisiti etici descritti in ogni sezione del Codice;
  • i clienti, affinché rispettino durante le fasi di relazione commerciale i principi etici fondamentali e perché consentano con il loro comportamento di realizzare al meglio gli obiettivi di conformità ed eticità che la Società si propone nell’ambito della vendita di prodotti e servizi;
  • gli azionisti, perché nell’ambito dell’esercizio dei loro diritti e poteri assumano sempre il costante rispetto dei principi etici descritti dal Codice, con particolare riferimento ai requisiti di libertà d’impresa e libero commercio;
  • i rappresentanti della Pubblica Amministrazione e degli Enti pubblici con i quali sono presenti rapporti economici e di interesse sociale, affinché venga agevolata in ogni forma operativa la conformità alla legge ed ai principi deontologici professionali.

 

I soggetti tenuti al rispetto del Codice vengono in seguito anche definiti “Destinatari”.

 

4 ) I PRINCIPI ETICI GENERALI

 

Lealtà

I Destinatari devono contribuire a diffondere una cultura, all’interno della Società e nei rapporti con la sua organizzazione, basata sulla collaborazione leale e fattiva. La tolleranza e la fiducia reciproca nei rapporti interpersonali quotidiani sono convinzioni fondamentali della direzione e dei collaboratori. Inoltre tutti i destinatari si impegnano a tenere un comportamento responsabile ed eticamente corretto. La personalità e la dignità dei singoli deve essere sempre ed in primo luogo rispettata. La stima reciproca si basa su convinzioni intime e sulla disponibilità ad agire in senso collaborativo. Ciò significa anche che i problemi sul lavoro e nei rapporti d’impresa vengono affrontati e che le soluzioni ai problemi vengono ricercate con la collaborazione di tutte le parti in causa. Solo in questo modo può svilupparsi un ambiente caratterizzato da apertura, tolleranza e lealtà.

Legalità

I Destinatari sono tenuti alla conoscenza ed al rispetto delle leggi e, in generale, delle normative vigenti. I Destinatari interni sono inoltre tenuti alla conoscenza ed al rispetto della normativa aziendale, in quanto e per quanto attuazione di obblighi normativi interni.

Correttezza

I Destinatari sono tenuti al rispetto delle regole deontologiche e professionali applicabili alle operazioni compiute per conto della Società. I Destinatari sono inoltre tenuti al rispetto della normativa aziendale, in quanto attuazione di obblighi deontologici e professionali.

Tutti i soggetti interessati al particolare ambito professionale costituito dalla commercializzazione dei prodotti farmacologici e dall’erogazione dei servizi ad essi accessori riconoscono i principi deontologici del settore e dell’ordinazione professionale in questione.

Trasparenza

I Destinatari sono tenuti a rispettare la trasparenza, intesa come chiarezza, completezza e pertinenza delle informazioni, evitando situazioni ingannevoli nelle operazioni compiute per conto della Società o con essa intrattenute. I Destinatari sono tenuti al rispetto della normativa aziendale, in quanto attuazione del principio di trasparenza.

Riservatezza

I Destinatari assicurano la riservatezza delle informazioni conosciute in occasione delle operazioni compiute per conto della Società e con essa.

I Destinatari sono tenuti a trattare dati e informazioni aziendali esclusivamente nell’ambito e per i fini delle proprie attività lavorative e, comunque, a non divulgare (comunicare, diffondere o pubblicare in alcun modo) informazioni sensibili senza l’esplicito consenso degli interessati e informazioni riservate senza l’autorizzazione necessaria.

I Destinatari sono a conoscenza del profilo di particolare riservatezza che rivestono le informazioni riferite al rapporto commerciale della Società con i terzi e delle avvertenze che la legge impone in materia di dati “sensibili”.

Rispetto della dignità della persona

I Destinatari rispettano i diritti fondamentali delle persone tutelandone l’integrità morale e garantendo eguali opportunità.

Nelle relazioni interne ed esterne non sono ammessi comportamenti che abbiano un contenuto discriminatorio basato su opinioni politiche e sindacali, religione, origini razziali o etniche, nazionalità, età, sesso, orientamento sessuale, stato di salute e in genere qualsiasi caratteristica intima della persona umana.

L’assunzione all’interno della Società e nel rapporto con essa dei valori della responsabilità sociale è riconosciuta come un atteggiamento fondamentale di ognuno.

La Società intende rispettare i principi dei diritti umani, della condanna di qualsiasi forma di lavoro forzato e minorile, delle pari opportunità e condanna ogni disparità di trattamento.

La Società incoraggia il comportamento rispettoso dell’ambiente e delle risorse naturali da parte di tutte le risorse aziendali.

 

5 ) PRINCIPI ETICI NELL’AMBITO DELLA CORPORATE GOVERNANCE

 

Organi Sociali

Le nomine dei componenti degli Organi Sociali devono avvenire mediante procedure trasparenti.

Gli Organi Sociali agiscono e deliberano con cognizione di causa e in autonomia, perseguendo l’obiettivo della creazione di valore per la Società nel rispetto dei principi di legalità e correttezza.

Le decisioni dei componenti gli Organi Sociali devono essere autonome, ovvero basarsi sul libero apprezzamento e perseguire l’interesse della Società.

L’indipendenza del giudizio è un requisito delle decisioni degli Organi Sociali e, pertanto, i componenti devono garantire la massima trasparenza nella gestione delle operazione in cui abbiano interessi particolari. In tali circostanze dovranno rispettare le norme di legge e la normativa aziendale in materia.

In particolare, coloro i quali detengono poteri di rappresentanza e/o poteri deliberativi interni, sono tenuti individualmente a svolgere il proprio incarico con serietà, professionalità, e presenza permettendo così alla Società di trarre beneficio dalle loro competenze perseguendo e rispettando i valori del presente Codice.

 

Relazioni con la Proprietà della Società

La Società promuove la trasparenza e l’informazione periodica anche nei confronti di chi detiene la Proprietà della medesima, ancorché coinvolto in misure diverse nella gestione, nel rispetto delle leggi e delle norme vigenti.

Gli interessi di tutti vengono promossi e tutelati rifiutando qualunque interesse particolare o di parte.

La Società promuove una corretta e costante informativa in merito a qualunque azione o scelta che possa avere effetti o conseguenze nei confronti degli interessi della Proprietà.

La Società realizza una consapevole ed informata partecipazione della Proprietà alle decisioni societarie, nel rispetto dell’interesse aziendale preminente.

 

La Società favorisce:

  • la regolare partecipazione dei rappresentanti degli Organi Sociali alle assemblee;
  • il regolare funzionamento delle assemblee nel rispetto del diritto di ciascun Socio di ottenere precisazioni, esprimere la propria opinione e formulare proposte.

 

La Società promuove la massima riservatezza delle informazioni inerenti operazioni straordinarie. I Destinatari coinvolti dovranno mantenere riservate tali informazioni e non abusarne.

I rappresentanti della Proprietà riconoscono l’assunzione dei principi etici descritti nel presente Codice come requisito comportamentale nell’ambito del proprio ruolo e nell’esercizio dei propri diritti.

 

Trasparenza della contabilità aziendale

La Società promuove la massima trasparenza, affidabilità ed integrità delle informazioni inerenti la contabilità aziendale nel rispetto e nei limiti dei requisiti di pubblicità cogenti.

Ogni operazione e transazione deve essere correttamente registrata, autorizzata, verificabile, legittima, coerente e congrua.

Tutte le azioni ed operazioni devono avere una registrazione adeguata e deve essere possibile la verifica del processo di decisione, autorizzazione e di svolgimento.

Per ogni operazione vi deve essere un adeguato supporto documentale al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione ed individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato, verificato l’operazione stessa.

I Destinatari che venissero a conoscenza di omissioni, falsificazioni o negligenze sono tenuti a riferire i fatti all’Organismo di Vigilanza.

 

Controllo Interno

La Società è dotata di un sistema dei controlli interni che contribuisce al miglioramento dell’efficienza ed efficacia dei processi aziendali, nonché al contenimento dei rischi delle operazioni aziendali, rispetto al quale i Destinatari devono essere consapevoli dell’esistenza.

I Destinatari, nell’ambito delle funzioni svolte, sono responsabili della definizione, dell’attuazione e del corretto funzionamento dei controlli inerenti le aree operative o le attività loro affidate.

I beni di proprietà della Società devono essere utilizzati esclusivamente per motivi di servizio, ad eccezione dei casi espressamente autorizzati all’interno dei rapporti contrattuali con il dipendente.

Tutti i collaboratori hanno il dovere di mantenere la riservatezza su tutte le informazioni di carattere privato inerenti la gestione aziendale. Ogni collaboratore è responsabile del trattamento delle informazioni aziendali di cui entra in possesso nello svolgimento dei propri compiti.

Devono essere rispettate le direttive d’uso, di accesso e di sicurezza in materia di tecnologia e dati informatici, nonché il rispetto dei regolamenti interni che la Società ha stabilito nel quadro delle misure adottate in ordine al proprio sistema di controllo interno.

  

6 ) I PRINCIPI ETICI NELLE RELAZIONI CON IL PERSONALE

 

Selezione e Reclutamento del personale

I Destinatari promuovono il rispetto dei principi di eguaglianza e di pari opportunità nelle attività di selezione e reclutamento del personale, rifiutando qualunque forma di favoritismo, nepotismo o clientelismo.

 

Formalizzazione del rapporto di lavoro

I rapporti di lavoro sono formalizzati con regolare contratto, rifiutando qualunque forma di lavoro irregolare.

I Destinatari favoriscono la massima collaborazione e trasparenza nei confronti del neoassunto, affinché quest’ultimo abbia chiara consapevolezza dell’incarico attribuitogli.

 

Gestione e valutazione del personale

La Società rifiuta qualunque forma di discriminazione nei confronti dei propri collaboratori, favorendo processi decisionali e valutativi basati sui criteri oggettivi comunemente condivisi.

Nell’ambito del rapporto economico con i dipendenti ed i collaboratori, la Società, nei limiti delle condizioni contrattuali e di legge, cerca di agevolare e corrispondere alle esigenze personali nelle forme a queste più opportune.

Nel rapporto di lavoro con i dipendenti ed i collaboratori a contratto la Società cerca infine di realizzare, nei limiti dei necessari vincoli operativi ed economici, le migliori condizioni per agevolare fin dove possibile l’assolvimento degli impegni famigliari e sociali dei singoli.

La Società riconosce la crescita professionale, la realizzazione delle competenze, la qualità del lavoro, la gratificazione professionale come principi ispiratori della buona e corretta gestione delle risorse umane.

 

Sicurezza e salvaguardia della salute e delle condizioni di lavoro, protezione ambientale

La Società favorisce condizioni di lavoro che tutelino l’integrità psico-fisica delle persone, mettendo a disposizione luoghi di lavoro conformi alle vigenti normative in materia di salute e sicurezza. La Società altresì favorisce metodi di gestione di processi e condizioni lavorative che assicurino la salvaguardia dell’ambiente circostante.

 

Crescita professionale

La Società promuove la crescita professionale dei collaboratori mediante opportuni strumenti e piani formativi.

 

Categorie deboli

La Società, quando possibile, sostiene le iniziative e le forme di tutela che la legge ha istituto per le categorie più deboli.

 

 

7 ) I PRINCIPI ETICI NEI CONFRONTI DI TERZI

 

Criteri di condotta nei confronti dei clienti finali

  • I Destinatari promuovono la massima correttezza, responsabilità professionale, imparzialità e rifiutano qualunque forma di discriminazione nei rapporti con la clientela.
  • I Destinatari forniscono alla clientela messaggi, comunicazioni trasparenti, evitando formule difficilmente comprensibili e iniziative commerciali illecite o scorrette.
  • I Destinatari favoriscono la massima cortesia, disponibilità e professionalità nella gestione dei rapporti con la clientela finale.
  • I Destinatari promuovono il miglioramento continuo della qualità dei servizi offerti alla clientela finale.
  • I Destinatari assumono nel proprio ambito operativo rivolto alla clientela i principi riconosciuti dall’ordinamento professionale del settore farmaceutico.

 

Criteri di condotta nei confronti dei fornitori

I processi di selezione e scelta dei fornitori sono improntati su principi di legalità, correttezza e trasparenza.

La scelta del fornitore si basa su criteri oggettivi ed imparziali in termini di qualità, sicurezza e protezione ambientale, livello innovativo, costo, servizi aggiuntivi rispetto ai servizi/prodotti offerti.

I Destinatari non possono accettare omaggi, regali e simili, se non direttamente riconducibili a normali relazioni di cortesia e di modico valore.

La violazione dei principi di legalità, correttezza, trasparenza, riservatezza e rispetto della dignità della persona sono giusta causa di risoluzione dei rapporti con i fornitori.

Qualora i Destinatari ricevano da un fornitore proposte di benefici per favorirne l’attività, devono immediatamente sospenderne il rapporto e segnalare il fatto all’Organismo di Vigilanza.

I Destinatari riconoscono nell’ambito operativo dell’approvvigionamento di prodotti e servizi i valori che si riscontrano nella cooperazione economica tra più operatori e nella condivisione dei comuni interessi tra imprese operanti in comuni settori economici.

Criteri di condotta nei confronti della Pubblica Amministrazione, delle Aziende Ospedaliere, delle Istituzioni e degli altri Enti Pubblici

Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, gli Enti e le Pubbliche Istituzioni, i Destinatari promuovono rapporti leciti e corretti nell’ambito della massima trasparenza e rifiutano qualunque forma di promessa od offerta di pagamenti o beni per promuovere o favorire qualsiasi interesse o vantaggio.

Non è consentito ai Destinatari offrire denaro o doni a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione e delle Pubbliche Istituzioni, o a loro parenti, salvo che si tratti di doni o utilità d’uso di modico valore.

Quando è in corso una qualsiasi trattativa d’affari, richiesta o rapporto con la Pubblica Amministrazione e le Pubbliche Istituzioni, i Destinatari non devono cercare di influenzare impropriamente le decisioni della controparte, comprese quelle dei funzionari che trattano o prendono decisioni, per conto della Pubblica Amministrazione e delle Pubbliche Istituzioni.

Nel caso specifico dell’effettuazione di una gara, si dovrà operare nel rispetto delle leggi vigenti e della corretta pratica commerciale.

Qualora i Destinatari ricevano richieste o proposte di benefici da pubblici funzionari devono immediatamente sospendere il rapporto e segnalare il fatto all’Organismo di Vigilanza.

I doni, i servizi, i prodotti forniti dalla Società a titolari di cariche politiche o pubbliche sono ammessi solamente se rispettano le leggi e le disposizioni vigenti e se sono stati preventivamente autorizzati dalla Direzione Generale. Sono espressamente vietati i pagamenti o altre prestazioni valutabili in denaro da parte della Società, poste in essere allo scopo di ottenere vantaggi di vario genere.

La Società incoraggia sostanzialmente l’impegno dei propri collaboratori in funzioni pubbliche, in associazioni o in comitati pubblici. Qualora tale impegno sia in qualche modo correlato all’attività è tuttavia necessaria la preventiva comunicazione interna da parte dell’interessato.

L’interessato deve inoltre garantire, nello svolgimento della propria funzione pubblica, il rispetto della legge, gli interessi legittimi della Società, il Codice Etico istituito. Qualora accada che vengano rilasciate dichiarazioni su argomenti riguardanti la Società, nel rispetto della libertà di espressione, è comunque necessario garantire il rispetto degli interessi e degli obiettivi della Società e che ogni comunicazione sia stata preventivamente concordata con i superiori competenti all’interno della Società.

La Società, quando possibile, sostiene e promuove i sistemi di sostegno dedicati alle categorie deboli ed agli scopi sociali meritevoli.

I rappresentanti della Pubblica Amministrazione, degli Enti e delle Istituzioni pubbliche destinatarie del presente Codice assumono come propri i valori in questo descritti.

 

8 ) IL RISPETTO DEI PRINCIPI ETICI E IL SISTEMA SANZIONATORIO E DISCIPLINARE

 

Organi Sociali e componenti dell’Organismo di vigilanza

L’osservanza del Codice Etico da parte dei componenti degli Organi Sociali e dell’Organismo di Vigilanza integra ed esplicita gli obblighi di diligenza nell’esecuzione dell’incarico assunto.

La violazione delle norme del Codice Etico e dei Protocolli operativi del Modello di organizzazione, gestione e controllo di cui al D. lgs. 231/2001, costituiscono quindi un inadempimento alle obbligazioni derivanti dal rapporto di rappresentanza organica, con la conseguente applicazione delle sanzioni previste dalla legge e/o dal sistema sanzionatorio e disciplinare.

 

Personale Dipendente

L’osservanza del Codice Etico da parte del personale dipendente integra ed esplicita gli obblighi di fedeltà, lealtà e correttezza nell’esecuzione del contratto di lavoro secondo buona fede ed è pretesa all’interno della Società anche ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 2104 del Codice Civile.

In caso di violazione delle norme del Codice e dei Protocolli operativi del Modello di organizzazione, gestione e controllo di cui al D. lgs. 231/2001, si applicheranno le sanzioni previste dal sistema sanzionatorio e disciplinare appositamente approvato.

 

Terzi Soggetti

L’osservanza del Codice Etico e dei Protocolli operativi del Modello di organizzazione, gestione e controllo di cui al D. lgs. 231/2001 da parte dei Destinatari esterni alla Società, integra gli obblighi di adempiere ai doveri di diligenza e buona fede nelle trattative e nell’esecuzione dei contratti in essere.

La violazione delle norme del Codice Etico e dei Protocolli richiamati dal contratto può costituire, a seconda della gravità, giusta causa di revoca o risoluzione dei contratti con ogni conseguenza di legge, incluso il risarcimento del danno.

 

Farmacia trevigiana è molto più di una farmacia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO IN REGALO UN BUONO SCONTO DEL 10%